Migliori Album del 2017

-
15
Migliori Album del 2017

Come ogni fine anno che si rispetti, ecco la mia – personalissima – classifica di album rock oriented del 2017.

10. Concrete & Gold - Foo Fighters

Album gradevole ma che, tralasciando i due “pezzi da 90” come Run e The Sky Is A Neighborhood, non invoglia più di tanto a un “disc repeat”.

9. Paranormal - Alice Cooper

Ritorno in grande stile del maestro Vincent Furnier che ci delizia con un album eclettico che riassume attraverso le 12 tracce inedite – quasi – tutti i generi toccati da Cooper dal 1969 a oggi.

8. Deep Purple – Infinite

Ennesimo centro da parte di Ian Gillan e soci, che continuano a dimostrare come la pensione sia ancora lontana con un album potente ed elegante.

7. Is This The Life We Really Wants – Roger Waters

Intenso, cupo, forse autocelebrativo e pesante, ma dipinto con maestria dal pittore Waters, ITTLWRW ha fatto capolino per mesi nel mio Spotify

6. Defying Gravity – Mr Big

Grande ritorno di una delle più grandi rock band degli anni 80’ e 90’, uniscono nuovamente in questo splendido album una tecnica pazzesca a un elevato livello compositivo.

Su tutte, Everybody Needs A Little Trouble e 1992.

5. Two Dogs – Popa Chubby

Niente di nuovo sotto al sole per il bluesman di New York, ma che ci posso fare se lo amo? Suono aggressivo e voce ruvida coinvolgono l’ascoltatore fin da subito. Ascoltare Rescue Me e Shakedown per credere.

4. Pinewood Smile – The Darkness

Allegria, energia e party music fanno di Pinewood Smile un disco davvero divertente. Non il migliore dei fratelli Hawkins e soci ma gli bastano Buccaneers of Hispaniola e Japanese Prisoner Of Love per guadagnarsi il 4° posto

3. Prisoner 709 – Caparezza

Il primo sul podio è il rapper nostrano che con P709 è riuscito nel difficilissimo compito di bissare la qualità del precedente Museica. Testi geniali, composizioni originali e un’ottima produzione, fanno di Michele Salvemini sicuramente uno dei più illuminati musicisti del bel paese.

2. Medusa – Paradise Lost

Certamente un album di nicchia, ma per un amante del gothic e del doom metal, i Paradise Lost sono una sicurezza da 30 anni a questa parte. Se volete stare in un luogo freddo e oscuro, Fearless Sky e No Passage For The Dead fanno al caso vostro.

1.L’Amore e La Violenza – Baustelle

Giuro che non sono affatto campanilista e che i Baustelle non mi sono neanche particolarmente simpatici, ma questo album è un autentico capolavoro. Nostalgico e originale al contempo, cantato meglio del solito e con testi ora evocativi, ora pregni di significato.

Brani come Amanda Lear e Betty fanno di questa release un album da ascoltare assolutamente.

Forse il loro miglior lavoro.  



Ampelio Bonaguro
  • Giornalista e docente di musica
  • Chitarrista e performer
Lascia un Commento
Lascia un Commento